Nel corso degli anni i metodi di produzione della cipolla son rimasti ben o male sempre gli stessi, la differenza sostanziale è data dall’utilizzo di qualche macchinario agricolo per la preparazione del terreno…ma il resto vien fatto tutto con il duro lavoro e tanta passione.

Per prima cosa bisogna arare il terreno e poi fresarlo in modo da renderlo frollo e idoneo alla solcatura

Fino agli anni 80″ La Zappatura” veniva fatta completamente a mano con l’ausilio di “Rampini” e “Zappe Cavaiole”

Subito dopo la preparazione del terreno c’è la “Solcatura” che consiste nel creare nel terrono dei solchi profondi un 10cm e larghi 20cm dove andremo a piantare le nostre cipolle

Posa delle piantine con il metodo veloce, consiste nel riporre le piantine le “surco”(solco) e poi “commegliarle” (ricorprirle col terreno)

Quando i terreni sono più umidi è utilizzata anche la tecnica del “pastnache” o “pastenaturo” sia moderno che antico

Ora non ci resta che guardare il risultato e aspettare che la cipolla sia pronta

A presto